Resident Evil 7 Biohazard: tutti gli indizi e i dettagli sul gioco

Resident Evil 7 Biohazard: tutti gli indizi e i dettagli sul gioco

Dopo la misteriosa presentazione a “sorpresa” durante la conferenza Sony dell’E3 2016, “Resident Evil 7 Biohazard” in questi giorni si sta arricchendo di sempre maggiori informazioni. Quello che sappiamo con certezza è che il gioco uscirà in Europa il 24 gennaio 2017, che sarà in prima persona (ma stando alle ultime voci non è detto che lo sia per intero), che offrirà una esperienza legata alla VR di Sony e che è già disponibile una demo sul PSN (anche in questo caso, demo che non è detto sia parte integrante del gioco completo) chiamata “Resident Evil 7 Teaser: Beginning Hour“.

Resident-Evil-7-Biohazard-Demo

Partiamo proprio da questa ultima notizia: voci semi-ufficiali vorrebbero che l’ambientazione e il protagonista della suddetta demo uscita su PSN (solo per utenti Plus al momento) non verranno inseriti nel gioco finale. Possiamo quindi definirla semplicemente una “tech demo” (o meglio una vetrina per il nuovo, decantato “Resident Evil Engine”) un po’, guarda caso, come accaduto per il compianto P.T. (Silent Hills)? Staremo a vedere.

13458512-1085683648137726-3577844925831091705-o_dd2f.1920

Godibile e interessante invece la scelta fatta per presentare il VII, o 7, nel logo delle due versioni di gioco, come potete vedere qui sotto:

loghi

Passiamo ora alle parole di Koushi Nakanishi, director di Resident Evil 7, che in una intervista a Eurogamer.net ha affermato che la componente action in RE7 sarà ridotta moltissimo, a favore del survival horror originale dei primi capitoli della serie. Per chi fosse interessato alle sparatori e all’action frenetico, meglio rivolgersi a titoli come Umbrella Corps. RE 7 infatti, sempre stando alle parole di Nakanishi, ci sarà un’ambientazione claustrofobica, un unico posto (in Louisiana) connotato da un’atmosfera palpabile e davvero inquietante.
Il personaggio, allo stesso tempo, non sarà più un agente super pompato, ma una persona normale, ritrovatasi a vivere un incubo in Terra. Non mancheranno comunque i combattimenti, anche se spesso saranno con armi di fortuna, come un’accetta per esempio. Confermato inoltre anche il ritorno delle tanto amate piantine curative, segno distintivo della serie da sempre.
Il Director chiude dicendo che non si tratta di un reboot, visto che il mondo sarà il medesimo abitato dai precedenti protagonisti della serie.

27045998644_903f4e1810_h

Ultima chicca, di certo molto interessante, quella relativa a un possibile indizio sul Remake di Resident Evil 2 nella demo di Re7. “Kojimata” o fantasia dei fan? Non ci è dato saperlo, fatto sta che la demo è davvero zeppa di rimandi ed indizi misteriosi, e uno di questi, in particolare, è relativo allo screen qui sotto. Alcuni utenti hanno notato che uno dei codici è relativo a quello utilizzato per Resident Evil Director’s Cut nel mercato americano. E cosa aveva di particolare questa versione aggiornata del primo RE? Il fatto che nella confezione fosse allegata anche una demo di Resident Evil 2. Questo potrebbe significare che con RE7, vi ricordiamo in uscita a gennaio 2017, potrebbe essere presente anche una demo del remake del secondo capitolo? O che comunque una demo sia in uscita a breve? staremo a vedere. Restate sintonizzati con noi per tutti gli aggiornamenti!

resident-evil-7-resi-2-hint